IL SYSTEM INTEGRATOR IN MERCATO CHE CAMBIA

Il System Integrator è una figura essenzialenon solamente perché è l’unica titolata alla progettazione su impianti complessi, ma perché elemento di raccordo e coordinamento di tutta la filiera.

Le aziende, naturalmente lo sanno, e mentre predispongono per la fascia bassa del mercato prodotti e soluzioni sempre più autoinstallanti, kit, e tecnologie stand alone,ampliano la gamma delle soluzioni di alto livelloper i System Integrator.

Ecco alcuniaspetti essenziali di questa figura professionale:

Le dimensioni contano

Di che cosa parliamo quando parliamo di System Integrator? Possiamo definirli in base al fatturato? Come tutte le professioni altamente qualificate e concompetenze trasversali,in realtà abbiamo enormi differenze al suo interno.

Cross-functional integrator

Se volessimo ragionare proprio partendo dal fatturato, ipotizzando una piramide, al suo vertice ci sono i cosiddettiCross-functional integrator, realtà (20-30)con un fatturato superiore ai 50 milioni di euro, come per esempio Accenture, Gruppo Scai, Replay.

Si caratterizzano per l’ideazione, la progettazione e la messa in opera direalizzazioni di grandi dimensioni,ad elevata complessità, sia industriali sia urbanistiche e quindi legate alla Smart City. Sono di conseguenza aziende che possono avere un numero anche consistente di dipendenti.

Value Added Reseller

Appena sotto i Cross-functional integrator ci sono i cosiddettiReseller o VAR. Il loro fatturato può oscillare molto, con una forchetta che varia dai 2 milioni ai 50 milioni di euro.

Il Value Added Reseller assolve a esigenze ancora più trasversali, perché oltre a progettare il sistema, si trova, visti anche i numeri del suo fatturato, ad esserepercepito come un distributore specializzatoa valore aggiunto dei prodotti e delle soluzioni che integra.

Mai come in questo caso quindi si trova a essere un elemento esiziale della filiera, perché punto diintersezione delle esigenze progettuali dell’architetto, del progettista e collettore delle esigenze complesse del committente.

L’evoluzione del mercato lo sta trasformando in un reseller consempre maggiori competenze IT e softwaree con una forte attenzione verso il mondo audio video, che declinano sia in ambito HoreCa, che retail, che residenziale oltre che naturalmente industriale e civile.

Occupano la seconda fascia della piramide perché possiamo quantificare in circa un centinaio le realtà imprenditoriali che fanno riferimento a queste caratteristiche, come Prase, Elmec, Intermark, Durante, Videoworks.

Knx professional e specialisti

La terza fascia della piramide è costituita dalle realtà con fatturato che possiamo genericamente indicare come inferiore ai due milioni di euro. Sono i circa 4000 knx professional, i detentori di tecnologie proprietarie, gli oltre 200 specialisti nel settore audio video, con unaforte attenzione al residenziale e al retail.

Sono laspina dorsale del mercato italiano dell’integrazione di sistemie possono essere definiti come i sarti della progettazione e hanno un maggiore interesse verso l’ambio residenziale. Anche in ambito residenziale e building si caratterizzano per l’elevata qualità della loro proposta.

La loro attività è in relazione anche alla componente più evoluta degli installatori e hanno nella distribuzione specializzata una partnership che non si limita alla mera fornitura di prodotti, ma che si espande verso lafornitura di servizi complementari o accessori.

Così come per le altre categorie di integratori, anche le loro competenze stanno subendo una forte trasformazione sulla spinta della rivoluzione IoT e quindi dello spostamento IP della progettazione d’impianto.

L’impianto, sempre più immateriale,richiede infatti competenze IT; da qui nasce la tendenza alla delega della parte hardware agli installatori evoluti.

Una filiera di qualità

Quello evidenziato non è solamente lo scatto fotografico della fascia alta di unmercato in espansione, ma anche il nuovo percorso della filiera nata dall’evoluzione dell’elettronica e della sua confluenza naturale nel mondo IoT.

Oggi esiste un filo conduttore che lega lacomponentistica(basti pensare al ruolo strategico dei sensori) aiproduttorie aidistributori specializzati(intesi come fornitori di soluzioni e prodotti a valore aggiunto), passando per il know-how e le esigenze deiprofessionisti(l’integratore ma anche l’architetto, il progettista), che trasformano il flusso tecnologico della filiera in progetti e soluzioni concrete.

Si tratta di una filiera qualitativa che si posiziona nella fascia alta del mercato, al riparo quindi dalle intemperie della standardizzazione dell’offerta, che è stata evidenziata come un elemento di debolezza nella crescita del mercato e che risponde alle logiche di breve termine del grossista di materiale elettrico.

Questa filiera trova in ILLUMINOTRONICAil suo luogo naturale di rappresentazione. La manifestazione bolognese è infatti il punto di arrivodi un percorso che dura tutto l’anno e che ha l’obiettivo di mettere in relazione dinamica i protagonisti di questa filiera: produttori, professionisti, distributori, e contribuire alla crescita complessiva del settore.

La centralità del retail

Ma come si può rappresentare senza cadere nell’astratto una simile catena tecnologica? Bisogna declinare in pratica gli argomenti, attraverso l’esibizione e il racconto dei progetti realizzati e le applicazioni.

Tra queste, un particolare rilievo assume ilRetail, che sta diventando sempre di più unsettore di sintesidi tutte le tendenze tecnologiche.

Basta pensare alla evoluzione deldigital signage, che in pochi anni è passato da essere una semplice finestra di dialogo a uno strumento essenziale che trasforma il commercio nell’epoca della Smart City, con infinite applicazioni e possibilità di sviluppo.

Capirel’evoluzione del retail attraverso i progetti proposti e realizzati dai system integratorutilizzando le tecnologie più evolute del settore è il contributo che ILLUMINOTRONICA, più di ogni altra realtà, può dare allo sviluppo della filiera.

Da ILLUMINOTRONICA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *